UN’EMT BELLA A META’ NON BASTA: LA MESTRINA PASSA AD ALTURA

31.03.2019

Se era necessario avere una controprova del peso specifico di una combattente nata come Darma Milic nel quintetto di coach Jogan, sabato sera ad Altura è arrivata ed anche con gli interessi.

Bloccata ai box la Milic da una fastidiosa tendinite, le giocatrici in gialloblù sono riuscite a sopperire alla sua assenza solo per due quarti per poi perdere il filo del match nel terzo quarto quando, dopo una serie di errori a canestro sia da sotto che dalla lunga distanza, si sono fatte prendere dallo scoramento e non sono più riuscite a rientrare in partita. Dall' altra parte, le biancoblù mestrine, sotto l'abile regia di una Mattiuzzo davvero immarcabile, hanno finito per legittimare la vittoria ed il terzo posto in classifica. Ora urge in casa delle salesiane riassettare mente e fisico per approcciarsi al meglio alla roulette dei play -out.

Ma passiamo alla cronaca del match. Come detto, nelle giuliane non c'è Darma Milic ma ricompare Martina Gantar (con però solo una settimana di allenamenti dopo due mesi di stop). Nelle prime battute è subito Mattiuzzo-show che con tre belle triple porta le mestrine avanti. Le gialloblù rinserrano le fila in difesa e colpiscono, sia pure con qualche difficoltà di troppo in avanti, con Alice Policastro sugli scudi. Il quarto finisce in parità sul 13 a 13.

Nel secondo quarto, la partita prosegue sul filo dell' equilibrio e mentre da parte mestrina fioccano le triple, le salesiane colpiscono con azioni corali mandando a segno soprattutto Gantar e Manin. Nel momento topico del match, quando le giuliane potrebbero prendere qualche prezioso punto di distacco, le locali finiscono per sbagliare anche dei tiri completamente sole ed il riposo lungo vede la Mestrina condurre le danze sul 30 a 29.

Nel terzo quarto accade il “patratac”: nel mentre Castelletto e socie continuano a litigare con il canestro, dall'altra parte, anche grazie a generosi fischi arbitrali, la Mestrina arriva a +12 (31:43 a 2’ dal termine) e una bella tripla di Alice Policastro non serve a mutare l'inerzia dell'incontro oramai saldamente in mano mestrina. Il parziale di 19 a 7 del terzo quarto è eloquente.

Gli ultimi dieci minuti sono pura accademia per Mestre che alla fine schiera anche le seconde linee mentre le padrone di casa, grazie a qualche spunto isolato di Tence e di Alice Policastro, limitano il distacco finale che viene contenuto sul 61 a 47 per le mestrine che passano sul velluto ad Altura. Nei minuti finali c 'è anche da registrare un infortunio alla caviglia per Lucia Castellan che confidiamo non sia nulla di grave.

Al termine del campionato mancano ancora due incontri: in casa domenica prossima con Futurosa e sabato 13 aprile fuori a Treviso. C'è da lottare (e duramente ) per conquistare la posizione migliore in prospettiva play - out: vogliamo e dobbiamo credere che tutti, dallo staff tecnico a tutte le ragazze del roster (al netto di infortuni e magagne varie che hanno segnato questa tormentata stagione), daranno il tremila per cento per mantenere la categoria!

Emt Oma Basket – Mestrina 47:61 (13:13; 29:30; 36:49)

Oma: Sacchi 3, Gantar 4, Castelletto 7, Capolicchio 2, A. Policastro 11, Tence 4, F. Manin 9, Abrami, Cattaruzza, Castellan 2, Filippas 5, Giorgesi. All.: Jogan

Mestre: Mattiuzzo 21, Castria 12, Rampin 8, Romanelli 11, Ferrazzi 3, Stangherlin 2, Trentinaglia 2, Tasca, Bates. All.: Cuppone

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Please reload

Copyright © 2017 OMA Basket Trieste tutti i diritti riservati è vietata la riproduzione anche parziale se non autorizzati.

  • Facebook B&W
  • Instagram B&W