UNA GAGLIARDA PROVA DELL’EMT NON BASTA: ADDIO SOGNI PLAY-OFF?

17.02.2018

Coach Jogan l'aveva ben detto alla vigilia: se l'Emt Oma gioca come sa è sicuramente in grado di superare Rivana anche in trasferta. Le sue splendide ragazze l'hanno seguito per 35 minuti ma poi, nel momento topico, hanno inanellato una serie di errori in attacco e qualche leggerezza in difesa che Riva è stata brava a capitalizzare facendo suo il match, sia pure in volata e solo per una inezia. Peccato, perché le triestine sono state in vantaggio per la grande parte del match.

Nel primo quarto, dopo il 2:0 interno, un’Emt sontuosa comincia a martellare dalla lunga distanza e con 4 triple consecutive di Milic e Policastro piazza un parziale di 13:0 che costringe Rivana a ricorrere subito ad un time out. Le padrone di casa riescono subito dopo a rosicchiare qualcosa, ma chiudono comunque sotto di 9 (8:17).

Nel secondo quarto Riva tenta di farsi sotto, ma la grande intensità difensiva delle gialloblù, che con continui raddoppi sulle lunghe avversarie mettono in grosse difficoltà l’attacco della Rivana, consente di mantenere un vantaggio di nove punti al riposo lungo (21:30), grazie anche ad una bellissima penetrazione della Milic all' ultimo secondo.

Nel terzo quarto Riva piazza subito un parziale di 10 a 0 che, con una ritrovata intensità difensiva, blocca gli attacchi delle gialloblù. Anche alcune decisioni arbitrali in questo frangente sono discutibili e dopo un tecnico a Jogan, le giuliane prendono coraggio e riescono a riprendere in mano la partita tornando in vantaggio con una bella tripla di Milic e con i tiri liberi di Veronica Abrami e della Filippas. Il quarto si chiude con un vantaggio di 4 per l'Emt (41:37).

La prima parte dell’ultimo quarto vede l’Emt continuare a difendere con grande intelligenza tattica tenedno saldamente in mano la partita (39:47 a 5’ dal termine); in attacco però, come spesso succede in questa stagione contro le squadre migliori del campionato, qualcosa si inceppa e le ragazze di Jogan per 3’ non riescono più a trovare la via del canestro. Dall’altra parte invece Rivana inizia a segnare con delle percentuali da serie A E soprattutto con Ermito (13 punti per lei negli ultimi 5’ di gara) puniscono ogni disattenzione delle salesiane. Con un parziale di 11:0 le padrone di casa si portano prima in vantaggio di 3 punti (50:47 a 3’ dal termine) e poi addirittura di 5 (56:51) quando alla fine dell’incontro mancano 1’50’’. Ma l’Emt non molla e in 1’ piazza un contro-parziale di 6:0, passando in vantaggio 57:56 a 43’’ dalla fine. Sull’altro fronte però ci pensa Bonvecchio che con un “tiro ignorante” pesca un canestro da 3 che sostanzialmente mette KO le salesiane. Le quali avrebbero anche due buone opportunità con Milic (di nuovo top scorrer della sua squadra), almeno di pareggiare l’incontro, ma la “bionda di Repen” non riesce nell’impresa ed entrambe le sue ultime due conclusioni vanno a finire sul ferro consegnando così sia la gara che probabilmente i play off alla Cestistica Rivana.

Veramente un peccato, perché le giuliane avrebbero meritato questa vittoria.

Cestistica Rivana – Emt Oma 59:57 (8:17; 21:30; 37:41)

OMA: Milic 21, A. Policastro 12, Castelletto 9, Filippas 6, Samez 3, Abrami 5, Sacchi 1, C. Manin, Sodomaco. All.: Jogan

Tiri liberi: 17/24.

Rivana: Bertoldi, Marchi 4, Vicentini 2, Albanese 6, Coser 6, Piva 18, Bonvecchio 7, Reversi 2, Ermito 14. All.: Callegaro

Tiri liberi: 9/12

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Please reload

Copyright © 2017 OMA Basket Trieste tutti i diritti riservati è vietata la riproduzione anche parziale se non autorizzati.

  • Facebook B&W
  • Instagram B&W